Afghanistan, un paese lontano

Il mantovano Generale di Corpo d'Armata Giorgio Battisti è ritornato nella patria di Virgilio, sua casa natia ,dopo varie e numerose missioni in Afghanistan, per riabbracciare i propri famigliari e cari ma anche per spiegare e illustrare la propria esperienza sia sul piano militare sia sul piano umanitario

La lectio magistralis del generale mantovano ha interessato l'analisi dell'Afghanistan sul piano geografico, storico, sociale e antropologico arricchita da due filmati: uno come premessa, con la descrizione dell'azione, della funzione e della composizione della sede in Lombardia (è a Varese) della Nato Rapid Deployable Corps-Italy (Nrdc-Ita) e uno in conclusione, per presentare uno spaccato della vita quotidiana nella società afghana e delle varie azioni militari di presidio del territorio, caratterizzata non solo da armi e mezzi militari, ma anche dalla socialità e dall’umanità dei nostri militari, palesate dalle foto che ritraevano i sorrisi e le strette di mano con alcuni civili nei villaggi.

Dal racconto del Generale è emerso il volto di un altro Afghanistan, cioè diverso rispetto alle continue cronache di guerra e tensione conflittuale. Infatti gli argomenti hanno spaziato dall'aumento e diffusione dell'educazione dei bambini alla copertura e assistenza sanitaria passata dal 9% al 90% (grazie all'aiuto della Nato), dai media all'edilizia scolastica e abitativa.

Spazio anche per le quote rosa che «sono state largamente rispettate già da tempo nell'esercito senza alcun tipo di discriminazione di genere» ha detto il generale Battisti aggiungendo che «il futuro e l'avvenire dell'Italia e delle forze armate sono i nostri ragazzi e ragazze». Una lezione che ha voluto insegnare che la nostra vera nazionalità non è solo legata alla terra in cui siamo nati e cresciuti ma soprattutto a un'umanità che non significa guardarsi l'un l'altro, ma nel guardare insieme nella stessa direzione propensi al rispetto,alla pace e alla democrazia


Antonio Gioppi

Contatti

Gruppo Alpini Mantova spazia la sua attività dalla solidarietà al ricordo della tradizione degli Alpini a Mantova. Mantova, in effetti, non è solo terra di alpini che hanno prestato servizio negli anni del servizio di leva, ma ha l’onore di avere dato i natali ad alcuni personaggi che soprattutto nella Grande guerra si sono distinti per atti di eroismo, fino a meritare riconoscimenti importanti.

Indirizzo: Piazza Borgo Angeli, 5 - 46100 Mantova
Telefono: +39 331 7087295
Email Gruppo: gruppoalpinimantova@virgilio.it
Email Ana: mantova.cremona@ana.it

 

Dove Siamo

Orari sede: primo e terzo sabato del mese: dalle 10 alle 12
mercoledì e venerdì: dalle 17 alle 18.30